Nato a Fiorenzuola d’Arda (PC) il 20 ottobre 1960, sono sposato e padre di tre figli.

Mi sono laureato in ingegneria al Politecnico di Milano ed ho sviluppato tutta la mia attività professionale nel settore della produzione elettrica. Dal settembre 2018 ho assunto la responsabilità delle concessioni di tutti gli impianti idroelettrici e termoelettrici, presso A2A, azienda multiutility leader in Italia anche per la produzione di energia elettrica.

Inoltre, a partire dal 1° giugno 2021 sono stato eletto all’unanimità Presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano, potendo nuovamente godere del privilegio di servire la comunità.

Nel tempo, infatti, già diversi sono stati i ruoli politico-amministrativi che ho ricoperto nella pubblica amministrazione locale e nazionale.

Nel 1994, in una fase difficile per la vita amministrativa e politica della mia città, Giacomo Vaciago, primo sindaco di Piacenza eletto direttamente dai cittadini, mi chiese di impegnarmi nella sua Giunta. È cominciato così il mio percorso di amministratore pubblico come Assessore alle Politiche Sociali e Abitative.

Nel giugno 2002 sono stato eletto Sindaco della città di Piacenza, per poi essere riconfermato nel 2007, diventando il primo ed unico sindaco eletto per due mandati nel capoluogo emiliano. Nella mia azione politico-amministrativa mi sono sempre concentrato sui temi sociali, prestando particolare attenzione ai bambini e alle persone anziane. Il 20 novembre 2003, nella ricorrenza della Convenzione dei Diritti per l’infanzia, sono stato nominato “Difensore ideale dei bambini”, dalla Sezione Provinciale dell’Unicef di Piacenza. Durante i dieci anni da Sindaco ho avviato e portato a termine un’imponente operazione di rigenerazione urbana basata su grandi opere pubbliche realizzate anche attraverso un rapporto virtuoso pubblico-privato, fondato sulla sostenibilità e l’attenzione all’ambiente. Tra le iniziative più significative dei miei due mandati vi è la realizzazione della Fondazione e dell’Hospice “Casa di Iris”, struttura piacentina dove vengono curati i malati oncologici gravi.

Nell’ottobre 2009 sono stato nominato Vicepresidente nazionale dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) con delega al Patrimonio, alle Infrastrutture e alla Protezione Civile. Nell’aprile del 2012 ho poi assunto l’incarico di Presidente della Fondazione Patrimonio Comune dell’ANCI, costituita insieme alle Casse Previdenziali di Geometri e Periti Industriali con l’obiettivo di accompagnare i Comuni nel difficile processo di valorizzazione del patrimonio immobiliare.

Mantengo la carica fino al 28 febbraio 2014, quando vengo nominato Sottosegretario di Stato presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Qui in particolare ho dato avvio al processo di rigenerazione e messa in sicurezza di tutte le scuole di ogni ordine e grado del nostro Paese. Ho voluto come sempre partire dall’interlocuzione diretta con le comunità locali, confrontandomi con i problemi quotidiani dei nostri Sindaci e Presidenti di Regione, dando loro un punto di riferimento con cui dialogare costantemente. Ingenti sono state le risorse dedicate a questa importante opera di riqualificazione immobiliare, attivando finanziamenti anche in collaborazione con la Banca Europea degli Investimenti.

Da settembre 2014 a settembre 2018 sono stato Direttore dell’Agenzia del Demanio avviando un processo di messa in sicurezza, rigenerazione ed efficientamento energetico del patrimonio immobiliare della pubblica amministrazione, con risultati significativi, anche negli affidamenti tramite concessioni a privati, recuperando beni di pregio storico-architettonico come fari costieri, ex caserme militari e prestigiose sedi della pubblica amministrazione centrale.

Il mio impegno nel mondo dell’educazione è iniziato ancor prima del mio ingresso in politica. Fin da ragazzo, infatti, mi sono occupato di minori in difficoltà prima come volontario, successivamente come obiettore di coscienza in Servizio Civile ed infine come educatore professionale fino all’età di 30 anni. In questo percorso di responsabilità educativa, ho inoltre fondato un’associazione di volontariato, che presto ha assunto i contorni di una cooperativa sociale, di cui sono diventato il primo presidente.

Nonostante i tanti impegni lavorativi e politici, cerco di riservare ancora una parte del mio tempo al volontariato; dal 2017 a maggio 2021, sono stato membro del CdA di “Rondine Cittadella della Pace”, associazione che, attraverso la pratica di studio e confronto quotidiano tra giovani appartenenti a popoli nemici, promuove la trasformazione creativa dei conflitti in ogni contesto e la riduzione degli scontri armati nel mondo.

Sono inoltre Presidente onorario della Onlus “Nazionale Italiana Sindaci” di calcio, nella quale milito dal 2002. Amo la montagna, il cicloturismo, la vita all’aria aperta e nel tempo libero pratico diverse attività sportive.

Nel sociale

Nazionale Italiana Sindaci, Rondine Cittadella della Pace e "Casa di Iris"